Sogna

Castello medievale 

L’antico “castrum” era di proprietà dei Conti Ubertini di Arezzo. In un documento del 1275 si fa riferimento ad un certo Baldo, figlio di Tebaldo degli Ubertini, signore di Sogna. Un ulteriore documento conservato nell’Archivio Arcivescovile di Siena tratta del nobile Ubertino da Sogna, figlio di Gualtiero, riguardo ad una tregua fatta con il Comune di Siena. Del castello attualmente rimangono poche tracce, riconducibili a piccoli tratti del circuito murario difensivo e ai resti del Cassero. Il castello si sviluppava soltanto sulla parte sommitale del colle: nel settore ovest si collocava il cassero, mentre le mura castellane partendo da quest’ultimo si dirigevano verso l’attuale chiesa con andamento est- ovest, dove rimane ancora oggi una “postierla”. Le testimonianze architettoniche medievali ancora visibili sono databili ad un periodo compreso tra il XIII e Il XIV secolo.

Il Museo Virtuale della Valdambra è un progetto del Comune di Bucine e dell'Associazione la Valle dell'Ambra